Lo Skyblog https://www.skyflash.it Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera Sun, 18 Feb 2018 15:06:02 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.2.3 2281274 XenServer: come riavviare una VM bloccata https://www.skyflash.it/computer/tips-tricks/xenserver-come-riavviare-una-vm-bloccata/8573/ https://www.skyflash.it/computer/tips-tricks/xenserver-come-riavviare-una-vm-bloccata/8573/#respond Thu, 20 Nov 2014 14:13:13 +0000 http://www.skyflash.it/?p=8573 XenServer: come riavviare una VM bloccata Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

A volte può capitare di avere una macchina virtuale in stato di “pending” che, anche con la console di Xen, non è possibile riavviare o spegnere in alcun modo.  Fondamentalmente il processo (dom-id) associato alla macchina virtuale non risponde al control domain e l’unico modo per ripristinare il funzionamento della VM è di terminare il suo dom-id o […]

Post originale XenServer: come riavviare una VM bloccata - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
XenServer: come riavviare una VM bloccata Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

A volte può capitare di avere una macchina virtuale in stato di “pending” che, anche con la console di Xen, non è possibile riavviare o spegnere in alcun modo.  Fondamentalmente il processo (dom-id) associato alla macchina virtuale non risponde al control domain e l’unico modo per ripristinare il funzionamento della VM è di terminare il suo dom-id o riavviare XenServer.

Visto che riavviare tutto l’hypervisor non è esattamente la migliore delle idee, vediamo quindi come terminare il dom-id e sbloccare la macchina “addormentata”

Istruzioni

Per eseguire questa operazione sono richiesti:

  • Accesso alla console di XenServer
  • Un minimo di dimestichezza con i sistemi Linux e con l’immissione dei comandi shell

Per spegnere una VM bloccata in stato di pending, seguire questa procedura:

1. Selezionare la macchina virtuale bloccata. Andare nella scheda General e copiarsi il suo UUID

support.citrix

2. Accedere alla console di Xen (ovviamente, sull’host su cui sta girando la VM) e digitare questo comando:

list_domains | grep <UUID from step1>

L’output sarà qualcosa di simile a questo:

51 | bcdb1445-1f28-9600-ae84-53c254167ae6 | H

dove:
51 è il dom-id della VM
bcdb1445-1f28-9600-ae84-53c254167ae6  è invece l’UUID

3. Il comando per distruggere il dom-id della VM e forzarne lo spegnimento è il seguente:

destroy_domain –domid <ID from step2>

4. Il percorso completo per l’esecuzione del comando, come da nostro esempio è:

/opt/xensource/debug/xenops destroy_domain –domid 51

Dopo avere eseguito queste operazioni la VM bloccata si spegnerà forzatamente e sarà quindi possibile riaccenderla e renderla finalmente di nuovo funzionante.

Post originale XenServer: come riavviare una VM bloccata - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
https://www.skyflash.it/computer/tips-tricks/xenserver-come-riavviare-una-vm-bloccata/8573/feed/ 0 8573
Uncharted: la intro diventa un corto amatoriale https://www.skyflash.it/svago/cinema-svago/uncharted-intro-diventa-corto-amatoriale/8559/ https://www.skyflash.it/svago/cinema-svago/uncharted-intro-diventa-corto-amatoriale/8559/#respond Fri, 24 Oct 2014 09:50:37 +0000 http://www.skyflash.it/?p=8559 Uncharted: la intro diventa un corto amatoriale Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Un gruppo di ragazzi Norvegesi e Danesi ha voluto rendere omaggio al primo gioco della serie Uncharted ricreando i primi minuti di gioco, dalla scena iniziale fino all’arrivo di Nathan Drake nella foresta. Il risultato finale è davvero ottimo, tanto che potrebbe tranquillamente sembrare tratto dal film che sarà realizzato da Sony.

Post originale Uncharted: la intro diventa un corto amatoriale - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
Uncharted: la intro diventa un corto amatoriale Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Un gruppo di ragazzi Norvegesi e Danesi ha voluto rendere omaggio al primo gioco della serie Uncharted ricreando i primi minuti di gioco, dalla scena iniziale fino all’arrivo di Nathan Drake nella foresta. Il risultato finale è davvero ottimo, tanto che potrebbe tranquillamente sembrare tratto dal film che sarà realizzato da Sony.

Post originale Uncharted: la intro diventa un corto amatoriale - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
https://www.skyflash.it/svago/cinema-svago/uncharted-intro-diventa-corto-amatoriale/8559/feed/ 0 8559
Il duello di insulti di Monkey Island in un minigame web https://www.skyflash.it/videogiochi/duello-insulti-monkey-island-in-minigame-web/8552/ https://www.skyflash.it/videogiochi/duello-insulti-monkey-island-in-minigame-web/8552/#respond Mon, 06 Oct 2014 12:01:01 +0000 http://www.skyflash.it/?p=8552 Il duello di insulti di Monkey Island in un minigame web Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Non c’è retrogamer che si rispetti che non ricordi con affetto lo storico duello ad insulti di Monkey Island. Frasi come “Tu sei la gomma, io la colla”, “Ho sentito dire che sei uno spregevole codardo”, “Prima dovresti smettere di agitarla come un piumino” sono entrate di diritto nel background di ogni videogiocatore cresciuto a pane […]

Post originale Il duello di insulti di Monkey Island in un minigame web - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
Il duello di insulti di Monkey Island in un minigame web Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Non c’è retrogamer che si rispetti che non ricordi con affetto lo storico duello ad insulti di Monkey Island. Frasi come “Tu sei la gomma, io la colla”, “Ho sentito dire che sei uno spregevole codardo”, “Prima dovresti smettere di agitarla come un piumino” sono entrate di diritto nel background di ogni videogiocatore cresciuto a pane e avventure grafiche fra gli anni ’80 e ’90.

Un bravissimo programmatore italiano ha pensato di replicare fedelmente queste scene epiche e di renderle un videogioco gratuito stand alone interamente giocabile via browser. Arricchendolo, inoltre, di una meravigliosa intro in perfetto stile originale Monkey Island.

Il gioco lo trovate a questo link: La gara a insulti di Monkey Island ma vi invito a dare uno sguardo anche al bellissimo curriculum interattivo che l’autore ha realizzato come se fosse uno schema di un vecchio RPG (e con l’ulteriore chicca della frase che viene recitata all’ingresso nel “Dungeon”, che farà scendere una lacrimuccia ai più)

Post originale Il duello di insulti di Monkey Island in un minigame web - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
https://www.skyflash.it/videogiochi/duello-insulti-monkey-island-in-minigame-web/8552/feed/ 0 8552
Forrest Gump a 8-bit https://www.skyflash.it/svago/cinema-svago/forrest-gump-8-bit/8541/ https://www.skyflash.it/svago/cinema-svago/forrest-gump-8-bit/8541/#comments Thu, 28 Aug 2014 06:54:25 +0000 http://www.skyflash.it/?p=8541 Forrest Gump a 8-bit Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

CineFix è un canale youtube molto divertente, soprattutto per gli appassionati e nostalgici dell’era 8-bit. Qui potremo rivivere una serie di classici del cinema, ridisegnati, ovviamente “riassunti” nella trama e riproposti in chiave 8-bit, esattamente come se stessimo parlando di qualche vecchio gioco per Commodore 64, Nintendo NES o MSX. Uno di questi remake è appunto dedicato a Forrest […]

Post originale Forrest Gump a 8-bit - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
Forrest Gump a 8-bit Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

CineFix è un canale youtube molto divertente, soprattutto per gli appassionati e nostalgici dell’era 8-bit. Qui potremo rivivere una serie di classici del cinema, ridisegnati, ovviamente “riassunti” nella trama e riproposti in chiave 8-bit, esattamente come se stessimo parlando di qualche vecchio gioco per Commodore 64, Nintendo NES o MSX.

Uno di questi remake è appunto dedicato a Forrest Gump; il video vi porterà a rivivere il film attraverso una serie di livelli che riproporranno i momenti salienti e topici dello stesso. Così Forrest dovrà inevitabilmente correre per scappare dai ragazzi che lo prendevano in giro, lottare in Vietnam, giocare a ping-pong , pescare i gamberi nella famosa barca per gamberi e difendere l’amata Jenny.

Vi segnalo anche altre chicche, come ad esempio:

Buona visione 🙂

Post originale Forrest Gump a 8-bit - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
https://www.skyflash.it/svago/cinema-svago/forrest-gump-8-bit/8541/feed/ 1 8541
Come catturare lo schermo con Mac Os X https://www.skyflash.it/computer/apple/catturare-schermo-mac-os-x/8530/ https://www.skyflash.it/computer/apple/catturare-schermo-mac-os-x/8530/#respond Mon, 16 Jun 2014 18:44:46 +0000 http://www.skyflash.it/?p=8530 Come catturare lo schermo con Mac Os X Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Una delle prime cose che notato, usando una tastiera per Mac, è l’assenza del buon vecchio tasto STAMP, funzione utile specie per chi ha necessità di scrivere degli articoli “fotografando” parte del proprio desktop. Ovviamente non mancano gli strumenti di terze parti, il più delle volte anche gratuiti, come il fantastico Skitch ad esempio. Ma, almeno per quanto mi riguarda, […]

Post originale Come catturare lo schermo con Mac Os X - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
Come catturare lo schermo con Mac Os X Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Una delle prime cose che notato, usando una tastiera per Mac, è l’assenza del buon vecchio tasto STAMP, funzione utile specie per chi ha necessità di scrivere degli articoli “fotografando” parte del proprio desktop. Ovviamente non mancano gli strumenti di terze parti, il più delle volte anche gratuiti, come il fantastico Skitch ad esempio. Ma, almeno per quanto mi riguarda, preferisco sempre sfruttare lefunzioni native dell’OS che sto utilizzando, sempre ammesso che esistano ovviamente. Inutile dire che con Mac OS X, anche in assenza del già citato tasto STAMP, potremo effettuare degli screenshots perfetti sfruttando la classica combinazione di tasti. Vediamo insieme quali.

Cominciamo col dire che, per catturare lo schermo o una parte di esso, avremo a disposizione ben tre diverse possibilità. Partiamo dal caso in cui vogliate catturare solo un porzione dello schermo e non l’intero desktop, ad esempio. Per fare ciò premete la seguente combinazione di tasti:

SHIFT (tasto maiuscola) + tasto CMD (il tasto Mela) ed il tasto numero 4

Premuti questi tasti noterete che il cursore cambierà forma, dandovi la possibilità di selezionare solo una parte dello schermo, catturando solo ciò che vi interessa. Tutta l’area all’interno del quadrato verrà immortalata in uno screenshot che troverete, poi, sul vostro desktop.

Se dopo aver eseguito la combinazione poco più su descritta (shift+cmd+4), premete la barra spaziatrice noterete che il puntatore si trasformerà in una macchina fotografica, consentendovi in tal modo di fotografare solo una finestra tra le tante aperte, senza dover ritagliare nulla.

Giungiamo così al terzo ed ultimo modo di fare degli screenshots, che è anche il più semplice e quello equivalente al classico STAMP su Windows. Per effettuare un’istantanea del desktop, infatti, vi basterà premere la seguente combinazione di tasti:

SHIFT (tasto maiuscola) + tasto CMD (tasto MELA) + 3

Eseguita la combinazione sentirerete il classico “click” e vi ritroverete l’immagine sul vostro desktop.

Post originale Come catturare lo schermo con Mac Os X - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
https://www.skyflash.it/computer/apple/catturare-schermo-mac-os-x/8530/feed/ 0 8530
Bohemian Rhapsody suonata in un pianoforte pubblico come non l’avete mai sentita https://www.skyflash.it/svago/musica/bohemian-rhapsody-suonata-in-pianoforte-pubblico-come-non-lavete-mai-sentita/8521/ https://www.skyflash.it/svago/musica/bohemian-rhapsody-suonata-in-pianoforte-pubblico-come-non-lavete-mai-sentita/8521/#comments Mon, 05 May 2014 12:13:02 +0000 http://www.skyflash.it/?p=8521 Bohemian Rhapsody suonata in un pianoforte pubblico come non l’avete mai sentita Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Shaqaila, una ragazza neozelandese, stava camminando per strada quando ha deciso di sedersi ad un pianoforte pubblico (cose belle, queste, che accadono sempre negli altri Paesi…) su cui era riportato l’invitante cartello “Play Me”. Ecco la sua personalissima esecuzione di Bohemian Rhapsody dei Queen.

Post originale Bohemian Rhapsody suonata in un pianoforte pubblico come non l’avete mai sentita - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
Bohemian Rhapsody suonata in un pianoforte pubblico come non l’avete mai sentita Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Shaqaila, una ragazza neozelandese, stava camminando per strada quando ha deciso di sedersi ad un pianoforte pubblico (cose belle, queste, che accadono sempre negli altri Paesi…) su cui era riportato l’invitante cartello “Play Me”.

Ecco la sua personalissima esecuzione di Bohemian Rhapsody dei Queen.

Post originale Bohemian Rhapsody suonata in un pianoforte pubblico come non l’avete mai sentita - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
https://www.skyflash.it/svago/musica/bohemian-rhapsody-suonata-in-pianoforte-pubblico-come-non-lavete-mai-sentita/8521/feed/ 2 8521
Teamviewer: come eliminare il messaggio “sospetto uso commerciale” https://www.skyflash.it/computer/teamviewer-come-eliminare-messaggio-sospetto-uso-commerciale/8512/ https://www.skyflash.it/computer/teamviewer-come-eliminare-messaggio-sospetto-uso-commerciale/8512/#comments Wed, 02 Apr 2014 14:35:40 +0000 http://www.skyflash.it/?p=8512 Teamviewer: come eliminare il messaggio “sospetto uso commerciale” Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Iniziamo dicendo che Teamviewer, così come per ogni altro software commerciale, dovrebbe essere acquistato laddove i termini di licenza ne impediscano l’utilizzo gratuito. Più precisamente, Teamviewer è gratuito solo per utilizzo personale e sporadico, mentre necessita di una (costosa) licenza per un utilizzo professionale. Ciò significa che, in caso venga rilevato un impiego costante, Teamviewer […]

Post originale Teamviewer: come eliminare il messaggio “sospetto uso commerciale” - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
Teamviewer: come eliminare il messaggio “sospetto uso commerciale” Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Iniziamo dicendo che Teamviewer, così come per ogni altro software commerciale, dovrebbe essere acquistato laddove i termini di licenza ne impediscano l’utilizzo gratuito. Più precisamente, Teamviewer è gratuito solo per utilizzo personale e sporadico, mentre necessita di una (costosa) licenza per un utilizzo professionale.

Ciò significa che, in caso venga rilevato un impiego costante, Teamviewer supporrà di essere usato appunto in ambiente lavorativo e comincerà a tediare l’utente col famoso messaggio “Sospetto uso commerciale”

Fatte le dovute precisazioni del caso, andiamo ora a vedere come “resettare” queste notifiche.

ATTENZIONE: Prima di eseguire qualsiasi modifica ai vostri file e/o dispositivi siete pregati di effettuare un backup di questi. Solo così sarete capaci di tornare indietro riparando ad eventuali errori di distrazione. L’articolo e l’autore non possono essere ritenuti responsabili di alcun danno subito dalla vostra strumentazione.

  • Chiudere TeamViewer nel caso in cui questo fosse ancora aperto;
  • Fare clic su Start, quindi Esegui e digitare %appdata%, premere invio. Nella cartella che compare cancellare la cartella “TeamViewer“;
  • Cancellare la cartella di registro HKEY_CURRENT_USER\Software\TeamViewer e la HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\TeamViewer avendo prima cura di esportare le chiavi per sicurezza; un backup non ha mai fatto male a nessuno;
  • Cambiare il MAC Address della propria scheda di rete, questo tutorial (in inglese) vi aiuterà;
  • Riavviare il proprio client TeamViewer e attendere che venga nuovamente generato il proprio ID, dovrebbe così essersi risolto anche il problema del sospetto uso commerciale!

Se qualcosa è andato o non sapete come procedere, l’area commenti è a vostra totale disposizione! 🙂

 

Post originale Teamviewer: come eliminare il messaggio “sospetto uso commerciale” - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
https://www.skyflash.it/computer/teamviewer-come-eliminare-messaggio-sospetto-uso-commerciale/8512/feed/ 13 8512
Boxer: un emulatore DOS per Mac https://www.skyflash.it/videogiochi/boxer-emulatore-dos-per-mac/8494/ https://www.skyflash.it/videogiochi/boxer-emulatore-dos-per-mac/8494/#respond Sat, 22 Mar 2014 16:45:19 +0000 http://www.skyflash.it/?p=8494 Boxer: un emulatore DOS per Mac Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Questo articolo sicuramente farà felici tutti gli appassionati di retrogaming che, utilizzando un Mac, spesso trovano difficoltà nel reperire emulatori di pari livello alle loro controparti Windows, sui quali far girare i loro giochi preferiti. Boxer, infatti, potrebbe essere definito “il DOSBox per Mac” e, così come OpenEMU, è caratterizzato anch’esso da un’interfaccia estremamente comoda e funzionale, in […]

Post originale Boxer: un emulatore DOS per Mac - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
Boxer: un emulatore DOS per Mac Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Questo articolo sicuramente farà felici tutti gli appassionati di retrogaming che, utilizzando un Mac, spesso trovano difficoltà nel reperire emulatori di pari livello alle loro controparti Windows, sui quali far girare i loro giochi preferiti.

Boxer, infatti, potrebbe essere definito “il DOSBox per Mac” e, così come OpenEMU, è caratterizzato anch’esso da un’interfaccia estremamente comoda e funzionale, in grado di offrire un approccio in perfetto “Apple style”. Infatti, diversamente da altre software di questo tipo, non dovremo impazzire fra modifiche di file di configurazione, esecuzione di comandi DOS eccetera ma, più semplicemente, ci basterà trascinare semplicemente le immagini dei giochi all’interno dello scaffale ed attendere che Boxer faccia tutto il lavoro per noi.

BOXER: una veloce panoramica

Una volta lanciato l’emulatore verrete accolti da questa schermata:

Schermata-2014-01-24-alle-15.50.56

Qui potrete scegliere cosa fare; se sfogliare la vostra collezione di giochi, rappresentata dal familiare scaffale con le custodie posizionate in bella vista o importare un nuovo gioco da installare. Volendo, potrete anche scegliere di aprire un prompt di dos per installare quei giochi che, magari, non è possibile “importare” automaticamente all’interno di Boxer.

gamesfolder

Niente lungaggini, niente termini troppo tecnici, niente complicazioni come promesso, dunque. Con pochi clic sarete in grado di rivivere le emozioni di grandi capolavori del passato che magari hanno allietato i vostri pomeriggi spensierati. Nemmeno a dirlo, ovviamente, tutto funziona a meraviglia e visto l’enorme parco titoli compatibile con Boxer credo proprio che il divertimento non mancherà.

Schermata-2014-01-24-alle-15.57.12-e1390575489593

Interessante? Non vi resta che andare sul sito ufficiale di Boxer, scaricare l’app e provare voi stessi quanto sia semplice. E se per caso vi mancasse un pò di “materia prima” (i giochi), sappiate che sempre da questa pagina potrete scaricare 4 giochi che non hanno certo bisogno di presentazione: STAR WARS: DARK FORCES (demo), SYSTEM SHOCK (demo), TYRIAN 2000 e ULTIMA IV: QUEST OF THE AVATAR

Schermata 2014-03-22 alle 17.34.37

Via | ViewtifulVega

Post originale Boxer: un emulatore DOS per Mac - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
https://www.skyflash.it/videogiochi/boxer-emulatore-dos-per-mac/8494/feed/ 0 8494
A simple guide to responsive design https://www.skyflash.it/wordpress/design/simple-guide-responsive-design/8484/ https://www.skyflash.it/wordpress/design/simple-guide-responsive-design/8484/#respond Mon, 10 Feb 2014 14:15:32 +0000 http://www.skyflash.it/?p=8484 A simple guide to responsive design Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Un template si dice “responsive” quando è in grado di auto adattarsi a differenti risoluzioni in automatico, riuscendo a fornire una visualizzazione ottimale in funzione dell’ambiente nei quali vengono visualizzati (pc su desktop con diverse risoluzioni, tablet, smartphone, cellulari di vecchia generazione, web tv) e riducendo al minimo all’utente la necessità di ridimensionamento e scorrimento, in […]

Post originale A simple guide to responsive design - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
A simple guide to responsive design Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Un template si dice “responsive” quando è in grado di auto adattarsi a differenti risoluzioni in automatico, riuscendo a fornire una visualizzazione ottimale in funzione dell’ambiente nei quali vengono visualizzati (pc su desktop con diverse risoluzioni, tablet, smartphone, cellulari di vecchia generazione, web tv) e riducendo al minimo all’utente la necessità di ridimensionamento e scorrimento, in particolare quello orizzontale.

A simple guide to responsive desig

Chi fosse interessato ad approfondire l’argomento può dare uno sguardo alla semplice guida pubblicata da Adam Kaplan che, in pochi e semplici punti spiega (ed illustra, con chiari esempi) in cosa consiste questa tecnica e come implementarla nei propri lavori web.

Grid: A simple guide to responsive design

Post originale A simple guide to responsive design - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
https://www.skyflash.it/wordpress/design/simple-guide-responsive-design/8484/feed/ 0 8484
Virtualizzare Ubuntu 12.04 su Citrix XenServer 6.0 https://www.skyflash.it/computer/linux-os/virtualizzare-ubuntu-12-04-su-xenserver-6-0/8453/ https://www.skyflash.it/computer/linux-os/virtualizzare-ubuntu-12-04-su-xenserver-6-0/8453/#respond Tue, 04 Feb 2014 13:27:10 +0000 http://www.skyflash.it/?p=8453 Virtualizzare Ubuntu 12.04 su Citrix XenServer 6.0 Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Una guida in tre semplici passi per creare un template Ubuntu 12.04 Precise Pangolin su Citrix Xenserver 6.0 e procedere alla creazione della VM

Post originale Virtualizzare Ubuntu 12.04 su Citrix XenServer 6.0 - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
Virtualizzare Ubuntu 12.04 su Citrix XenServer 6.0 Lo Skyblog - Il più grande problema dei computer si trova fra la sedia e la tastiera

Una delle più evidenti carenze di Citrix XenServer è il supporto per svariate distribuzioni Linux. XenServer 6 mette comunque a disposizione alcuni template Linux Ubuntu, CentOS, Debian, SuSe e RedHat, ma creare una macchina virtuale con una versione di SO più recente rispetto a quella proposta dal template può risultare a volte piuttosto ostico.

XenServer però è un hypervisor estremamente versatile e con qualche accorgimento, l’installazione di distribuzioni Linux non supportate diventa abbastanza semplice. Di seguito vediamo come creare un template Ubuntu 12.04 Precise Pangolin e come avviare l’installazione del SO sulla virtual machine appena realizzata.

1. Apriamo la XenServer Console e, da linea di comando, cloniamo il template Ubuntu 10.04 (nell’esempio andremo a lavorare su template 64bit; in caso di necessità sostituite ’64-bit’ con ’32-bit’):

xe vm-clone uuid=`xe template-list name-label="Ubuntu Lucid Lynx 10.04 (64-bit)" --minimal` new-name-label="Ubuntu Precise Pangolin 12.04 (64-bit) (experimental)"

2. Aggiorniamo il nuovo template in modo da farlo puntare alla release che intendiamo installare (nel nostro caso: ‘precise’):

xe template-param-set other-config:default_template=true other-config:debian-release=precise uuid=`xe template-list name-label="Ubuntu Precise Pangolin 12.04 (64-bit) (experimental)" --minimal`

3. Ora possiamo fare click su “New VM” come di consueto e selezionare il nuovo template appena creato

xenserverubuntu12
4. Quado verrà richiesto l’installation media, scegliamo “Install from URL:” e scriviamo: 

http://archive.ubuntu.com/ubuntu/

Nel campo “Avanced OS boot parameters” invece forziamo l’utilizzo di ext3 come file system:

-- quiet console=hvc0 partman/default_filesystem=ext3

xenserverubuntu2

Non ci resta che completare i passi del wizard ed attendere che l’installazione, che avverrà interamente da rete (e che, quindi, a seconda della banda a vostra disposizione potrebbe rivelarsi anche piuttosto lenta), si avvii.

Post originale Virtualizzare Ubuntu 12.04 su Citrix XenServer 6.0 - su Lo Skyblog - Wordpress Social Network e Videogiochi Distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

]]>
https://www.skyflash.it/computer/linux-os/virtualizzare-ubuntu-12-04-su-xenserver-6-0/8453/feed/ 0 8453